Lo spettacolo

Con l’apporto di scenografie digitali di ultima generazione, il concerto classico diventa un evento nuovo, in cui musica, regia, scenografia e tecnologia danno spettacolo. L’allestimento innovativo fa da scenario a due programmi musicali altrettanto nuovi, legati dal numero 4 e dall’idea di porgere il repertorio solistico per flauto e violino in modo originale.

Quattro cartoline dall’Italia del compositore trentino Roberto Di Marino trae ispirazione dalla musica a programma e arricchisce il repertorio per flauto e archi con una forma classica, la suite, ma dai contenuti nuovi, quasi trasgressivi. Tradizione e innovazione prendono forma anche nel programma per violino e archi, dove la famosissima opera di Antonio Vivaldi, Le quattro stagioni, si rinnova con l’apporto di nuova linfa. Piazzolla, Glass, Richter e Vivaldi vengono affiancati tra loro, ognuno con una stagione, quasi che i quattro compositori collaborassero ad una nuova opera. Ogni stagione si contraddistingue per uno stile, per un linguaggio, per un periodo storico-culturale. Il violino attraversa la storia dal barocco di Vivaldi alla musica popolare argentina del Novecento, il tango di Astor Piazzolla, fino ad arrivare alla modernità di Richter ed al minimalismo di Glass. Come in una galleria, le quattro opere d’arte vengono scelte e affiancate, per trasformarsi in un nuovo unico tutto.

Per la sua unicità e modernità il progetto è stato premiato e supportato dal Ministero dell’Interno – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale nel 2017 ed è stato eseguito in teatri come il Festival Complex di Varna (Bulgaria), la Sala Verdi di Milano, il Teatro Fusco di Taranto, il Teatro “U. Giordano” di Foggia e numerosi altri.

 

Programma musicale

R. Di Marino Quattro cartoline dall’Italia per flauto, ottavino e archi
1. Roma
2. Amalfi
3. La leggenda di Maja
4. Paese in festa

Sarah Rulli, flauto e ottavino

A. Piazzolla

Primavera porteña
1. Allegro
2. Lento
3. Allegro

Dino De Palma, violino

M. Richter Estate
1. Allegro non molto
2. Adagio
3. Presto

Dino De Palma, violino

P. Glass Autumn

Dino De Palma, violino

A. Vivaldi Inverno
1. Allegro non molto
2. Largo
3. Allegro

Dino De Palma, violino

Ensemble “Umberto Giordano”

Gianna Fratta, direttrice


Durata
circa 60’


Esigenze tecniche

– n. 1 clavicembalo (oppure pianoforte);

– n. 1 sintetizzatore (o tastiera);

– sedie / leggii (ensemble modulabile da 8 a 20 musicisti, oltre ai solisti).

Specifiche tecniche

– dimensioni ottimali palcoscenico: spazio scenico utile 10 mt (boccascena) – 09 mt (profondità) / (altezza 20 mt dal palcoscenico al graticcio);
– utilizzo del graticcio con fornitura di rocchetti e corde;
– carico elettrico kw 50;
– fornitura e disponibilità di americane luci e tiri scenici motorizzate;
– fornitura e disponibilità di circuiti elettrici e ritorni dimmer con relative connessioni di segnale dmx;
– disponibilità di quadratura e muta (quinte, cieli/soffitti);
– disponibilità cantinelle, stangoni in alluminio, mantegni fissi e mobili per ancoraggio tiri scenotecnici;
– disponibilità di n° 1 palco centrale di I ordine, per regia luci, audio e video (videoproiettore).

Si precisa che gli allestimenti tecnici e scenotecnici per lo spettacolo necessitano di un giorno di pre-allestimento: ore 8 ore (4 ore mattina / 4 ore pomeriggio-sera).

 MONTAGGIO                                                         SMONTAGGIO

Macchinisti n.        1 al termine dello spettacolo n.      1
Elettricisti n.        1 al termine dello spettacolo n.      1

N.B. Per ulteriore specifica dell’attrezzatura illuminotecnica, scenotecnica e tecnologica video necessaria si invierà scheda tecnica completa.

 

Curriculum artisti

Curriculum Sarah Rulli

Nata a Lanciano (CH) nel 1984 da padre italiano e madre belga, Sarah Rulli ha conseguito il diploma in flauto traverso presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara ed il diploma di II livello presso l’Istituto Musicale Pareggiato “G. Braga” di Teramo, perfezionandosi poi con Antonio Amenduni presso l’Accademia Musicale Pescarese e successivamente con Patrick Gallois presso l’Accademia Chigiana di Siena e a Parigi.

Vincitrice nel 2006 del Concorso di Musica per Giovani dell’Unione Europea “G. B. Pergolesi” di Acerra (Na) e nel 2010 del Concorso “Premio Musica Italia” di Barletta, la sua formazione musicale si completa collaborando assiduamente con l’Orchestra Giovanile Internazionale “F. Fenaroli” di Lanciano, con l’Orchestra del Teatro “U. Giordano” di Foggia e con l’Orchestra Sinfonica di Pescara, attraverso le quali suona sotto la direzione di Marcello Bufalini, Bruno Aprea,  Bruno Bartoletti, Donato Renzetti, Marc Andreae, Lior Shambadal.

Debutta come solista nell’agosto 2008 con il Concerto n.7 di F. Devienne accompagnata dalla Moldavian National Chamber Orchestra, presso il Teatro Vittoria di Ortona (CH). Seguono concerti da solista in vari Festival e scene nazionali ed internazionali quali “Festival Martisor” di Kishnev (Moldavia), Festival “Settembre in Musica” di Ascoli Piceno, Palazzo delle Nazioni Unite a New York (USA) con “I Solisti Aquilani”, Sala Nervi in occasione di una udienza privata dell’Università Lumsa con S.S. Benedetto XVI, Ateneu di Bacau con l’Orchestra Filarmonica di Bacau (Romania), oltreché in Portogallo, Belgio, Germania, Austria, Armenia, Georgia, Nord Carolina e Corea del Sud.

Si è esibita in varie formazioni cameristiche, suonando con Konstantin Bogino, Nicole Brancale e Eugenia Tamburri (pianoforte), Miomira Vitas (soprano), Marco Fiorentini (violino), Luca Lucini (chitarra), Maria Grazia Annesi (arpa), ed in stagioni concertistiche italiane quali Stagione da Camera dell’Università RomaTre, Stagione Concertistica dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, Festival “Settembre in Musica” di Ascoli Piceno, Settimana della Cultura Europea, Teatro Rossetti di Vasto, Teatro Fenaroli di Lanciano, Teatro Tosti di Ortona, Università Lumsa di Roma. In duo con Eddy Flecijn (fisarmonica), Sarah Rulli si è esibita per la cerimonia di apertura della Settimana Fiamminga presso il Padiglione del Belgio dell’Expo 2015 di Milano.

Curriculum Dino De Palma

Concertista noto a livello internazionale, ha terminato con lode il corso accademico in violino e col massimo dei voti quello in viola, laureandosi, altresì, con 110 e lode in Lettere. La sua carriera di solista e camerista lo ha portato ad esibirsi in tutto il mondo in sale e teatri come la Carnegie Hall e il Lincoln Center a New York, la Sala Tchaikowsky a Mosca, il Teatro Coliseum a Buenos Aires, il Centro Pompidou a Parigi, il Seoul Art Center a Seul, l’Auditorium Nazionale di Madrid, il Teatro Solis a Montevideo, la Smethana Hall di Praga e moltissimi altri.

Le sue tournèe, in oltre venti anni di carriera solistica e cameristica, lo hanno visto protagonista in Russia, Stati Uniti, Brasile, Francia, Egitto, Australia, Taiwan, Israele, Turchia, Svezia, Lituania, India, Giappone, Corea, Germania, Spagna, Italia, Repubblica Ceca, Argentina, Uruguay spesso al fianco di artisti del calibro di Uto Ughi, Enrico Dindo, Jerry Lewis, Bart Bacarach, Liza Minnelli, Charlie Haden, Roberto Benigni, Vittorio Gassman, Andrea Bocelli, Placido Domingo e molti altri.

Violino di spalla dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, della Filarmonica Marchigiana, dell’Orchestra da camera di Bologna, prima viola nell’Orchestra del Teatro la Fenice di Venezia e del Teatro Regio di Parma, ha collaborato con le orchestre sinfoniche della RAI di Roma, Torino e Napoli, con “I Solisti Aquilani”, “I Filarmonici di Roma”, l’”Orchestra da camera di Santa Cecilia” di Roma, i Solisti Dauni di cui è stato primo violino per oltre quindici anni e molte altre orchestre in Europa e nel mondo.

Ha inciso per BMG, Bongiovanni di Bologna, Velut Luna di Padova, Amadeus e altre case discografiche.

De Palma è anche un fervente organizzatore musicale, direttore artistico di stagioni liriche, corsi di perfezionamento, progetti di educazione musicale, festival, rassegne, eventi e manifestazioni in Italia, in Corea e in altri Stati del mondo. Fondatore dell’ensemble “U. Giordano”, ha portato la musica del grande compositore foggiano in tutto il mondo.

Già docente all’Università di Foggia, ai corsi dell’ISMEZ, ai corsi internazionali di Lanciano, insegna violino al Conservatorio di Foggia ed è stato per cinque anni visiting professor alla Sungshin University di Seoul.

Curriculum Gianna Fratta

Ha suonato e diretto in tutto il mondo, dopo aver completato la sua formazione accademica in varie discipline tra cui pianoforte e composizione col massimo dei voti, direzione d’orchestra con 10 e lode. Il Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano le ha conferito l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica per i suoi meriti artistici internazionali come pianista e direttrice d’orchestra. Si è esibita nelle sale più prestigiose e con le più grandi orchestre, spesso come prima donna.

Da New York a Seoul, da Barcellona a Londra, da Parigi a Tel Aviv, da Istanbul a Berlino, da Stoccolma a Macao, da Vilnius a Bombay, da Buenos Aires a Praga, da Sidney a San Paolo, Gianna Fratta ha lavorato con i più grandi artisti del panorama musicale mondiale (Raina Kabaivanska, Martha Argerich, Mirella Freni, Carla Fracci, Francois Thiollier, Daniele Abbado, Cloe Hanslip, Cecilia Gasdia…). Borsista all’Accademia Chigiana, ha ottenuto il prestigioso diploma di merito dell’Istituzione senese, dove il grande direttore Yuri Ahronovitch ha scritto di lei “non ho mai conosciuto un direttore così giovane e già così dotato di braccia e di cuore”.

Ha inciso CD e DVD per numerose etichette (Bongiovanni di Bologna, Velut Luna, Nea&Antiqua, Classica HD, Amadeus ecc.), spesso con opere in prima assoluta.

È titolare della cattedra di elementi di composizione al Conservatorio di Foggia, è stata visiting professor alla Sungshin University di Seul (Corea) e tiene regolarmente lecture e master class in molte università nel mondo.

È laureata in giurisprudenza, nonché in discipline musicali con 110 e lode.

Oltre alle numerose incisioni discografiche, Gianna Fratta è protagonista di documentari e reportage che raccontano la sua attività e la sua vita, tra cui “Per la mia strada” prodotto da Rai Cinema e premiato dalla Presidenza della Repubblica.

Il 18 dicembre 2016 ha diretto in Eurovisione il Concerto di Natale al Senato, nelle precedenti edizioni affidato a personalità come Muti, Maazel, Oren.

Attiva organizzatrice musicale, è direttrice artistica di rassegne come “Musica felix” e “Musica Civica”, di festival musicali e stagioni concertistiche in tutta Italia.

Curriculum Ensemble “Umberto Giordano”

L’Ensemble “Umberto Giordano” di Foggia (Italia) è una formazione cameristica composta da musicisti dalla carriera ricca di esperienze e collaborazioni importanti; i suoi componenti hanno singolarmente e in formazioni cameristiche suonato in Italia, Giappone, Australia, Inghilterra, Francia, Russia, Belgio, Stati Uniti e molti altri Stati, in città come New York, Sydney, S. Pietroburgo, Vilnius, Tel Aviv, Londra, Il Cairo, Tokyo, Parigi, Lyon, collaborando in concerti e spettacoli con artisti di fama internazionale come Enrico Dindo, Uto Ughi, Josè Carreras, Raina Kabaivanska, Roberto Benigni, Jerry Lewis, Bart Bacharach, Sergio Castellitto, Mirella Freni, Liza Minelli, Charlie Haden, Carla Fracci, Andrea Bocelli, Michele Placido, Giovanna Casolla e numerosi altri.

Apprezzati dal pubblico e dalla critica per la scelta dei programmi sempre originali e ricercati, spesso in prima esecuzione assoluta, costruiti in forma di spettacoli autoprodotti dall’ensemble, il gruppo spazia dalla musica colta all’opera lirica, dagli allestimenti in forma scenica di opere in versione cameristica, all’esecuzione di spettacoli in cui musica, narrazione, danza e altre arti interagiscono in modo nuovo e sempre diverso.

L’ensemble “Umberto Giordano”, fondato dalla direttrice d’orchestra Gianna Fratta e dal violinista Dino De Palma nel 2002, ha effettuato concerti e apprezzate tournée in Italia, Israele, Corea, Turchia, Svezia, Lituania, India, Stati Uniti, Spagna, Sudafrica, Germania, Libano, Messico, Argentina, Uruguay, Brasile ed ha in programma tournée in Corea e Stati Uniti nel 2021.

L’ensemble e i suoi singoli componenti, musicisti noti anche a livello personale nel panorama musicale internazionale, hanno inciso per Velut Luna di Padova, Bongiovanni di Bologna, BMG Ricordi, Dynamic, Tactus, Classica HD e numerose altre case discografiche.


Link e foto dello spettacolo

https://www.youtube.com/watch?v=8bTuFChA2rs

https://www.youtube.com/watch?v=aOCZGSVjfsQ

https://www.youtube.com/watch?v=td_NK7lWWPk

Sarah Rulli, flauto e ottavinoQuattro cartoline dall’Italia per flauto, ottavino e archi di Roberto Di Marino

Dino De Palma, violinoEstate di Max Richter

Dino De Palma, violino Autumn, Philip Glass

_____________________________________________________________________________________________________

Spettacolo coprodotto con l’Associazione socioculturale Spazio Musica

 

Per ulteriori informazioni
Associazione culturale Musica Civica
Via Napoli n. 67 – 71122 Foggia
musicacivica@gmail.com / 0881.711798

_____________________________________________________________________________________________________

Versione scaricabile