Carmen in Corea

Vola in Corea la Carmen di Bizet ideata e firmata dalle eccellenze pugliesi.

Dall’8 al 17 novembre sono cinque le repliche della grande produzione italo-coreana artisticamente diretta dal violinista foggiano Dino De Palma.
Firma la regia Giandomenico Vaccari e tra gli artisti pugliesi spicca anche il nome del grande tenore barese Dario Di Vietri.

Inizia venerdì 8 novembre il tour coreano che porta sui palchi più prestigiosi della Corea artisti italiani e coreani, per la rappresentazione dell’opera “Carmen” di Georges Bizet. Il progetto è artisticamente diretto dal violinista foggiano Dino De Palma, noto nel panorama internazionale come operatore culturale e organizzatore attivo e in grado di portare l’opera italiana nel mondo con allestimenti di pregio, e la regia è firmata da un altro illustre pugliese, il M° Giandomenico Vaccari, artista che negli ultimi anni si sta distinguendo per le sue regie accurate e molto apprezzate dalla critica.

Spicca tra i nomi dell’ensemble pugliese anche un altro giovane artista, ormai presente sui palcoscenici più importanti del mondo, dall’Arena di Verona all’Opera di Roma, dal Teatro San Carlo al Maggio Musicale Fiorentino; si tratta del noto tenore barese Dario Di Vietri, che in questa produzione interpreterà il ruolo di Don Josè.

Insieme alle eccellenze pugliesi un cast d’eccezione con Elia Fabbian, Giuseppina Piunti, Giancarlo Monsalve e Ivan Tomasev nei ruoli principali.

Orchestra e coro, così come il corpo di ballo sono coreani per una produzione che vede coinvolti molti partner, frutto di un lavoro di rete tra operatori culturali, enti ed istituzioni italiani e coreani.

Il tour si avvale, infatti, del supporto della Sol’Opera Company di Seoul, dell’Associazione Spazio Musica di Foggia, dei teatri di Ulsan e Seoul, della Regione Puglia e del Teatro Pubblico Pugliese all’interno della “Programmazione Puglia Sounds Export 2019” – FSC 2014-2020 – Investiamo nel vostro futuro e di numerose altre realtà culturali dei due Paesi.

Il tour toccherà due importanti città della Corea del Sud: Ulsan, che ospiterà due rappresentazioni dell’opera nell’immenso all’Art Center da oltre 2.000 posti e Seoul, con tre repliche nel prestigioso Seoul Art Center.

2019-11-08T13:14:10+00:00